implantologia post estrazione dentista milano

Implantologia post estrazione: durata degli impianti

Le tecniche di implantologia post estrazione nell’odontoiatria tradizionale prevedono l’inserimento dell’impianto dentale a pochi mesi di distanza dall’estrazione del dente, per favorire la completa guarigione del sito implantare.

La tecnica dell’implantologia a carico differito presenta alcuni svantaggi per il paziente:

  • tempi lunghi;
  • costi maggiori;
  • più sedute di intervento.

Posizionamento degli impianti dopo l’estrazione

Oggi grazie a strumenti innovativi è possibile estrarre uno o più denti senza alcun trauma per il paziente e soprattutto con il vantaggio di non danneggiare in alcun modo l’osso alveolare.

La possibilità di mantenere intatti i tessuti dopo l’estrazione è una condizione ottimale per l’inserimento immediato di impianti dentali.

L’implantologia post-estrattiva dunque riduce notevolmente i tempi per il paziente, con la possibilità di avere denti fissi in una sola seduta.

Implantologia post estrazione: durata degli impianti

È stato pubblicato sul numero di gennaio 2020 del Journal of Prosthodontics uno studio sul successo implantare post estrazione a distanza di 22 anni.

L’analisi ha coinvolto pazienti odontoiatrici che hanno inserito gli impianti dentali nel 1997, si tratta di 35 pazienti per un totale di 36 impianti dentali, con un’età, in fase di intervento, compresa tra 40 e 54 anni.

Tutti i pazienti erano stati sottoposti a implantologia post estrattiva con carico immediato.

Le valutazioni cliniche sono state effettuate mediante i dati raccolti durante le visite di controllo avvenute dopo 1, 5, 10, 15, 2o e 22 anni dopo il trattamento implantare.

Dei 35 pazienti sottoposti a monitoraggio, solo su un paziente si è verificato il fallimento implantare. Sui restanti pazienti non si sono verificate alcun tipo di complicazioni.

Il tasso di sopravvivenza degli impianti è stato dunque del 97,2 % a 22 anni di distanza.

implantologia

L’implantologia post estrazione con carico immediato presenta dunque un’eccellente percentuale di successo.

Implantologia post estrattiva: cosa considerare

Il successo di un intervento di implantologia post estrazione deve tener conto di alcune variabili molto importanti.

Alcune variabili sono da attribuire allo stato di salute del paziente e dunque:

  • la valutazione del singolo caso clinico;
  • anatomia del paziente, densità ossea, spessore dell’osso;
  • valutazione di eventuali infiammazioni del cavo orale in corso.

Altre variabili invece sono legate alla clinica odontoiatrica di riferimento. Un intervento di implantologia post estrattiva richiede infatti una notevola esperienza da parte dell’odontoiatra, perché si tratta di un intervento da affrontare al momento. Una volta estratto il dente non si è sempre certi di trovare la situazione clinica che ci si aspettava.

abutment parti di un impianto dentale

Oltre a questo aspetto è molto importante, ai fini del successo del trattamento, che il centro di implantologia sia dotato di una vasta gamma di impianti dentali, proprio perché in base alla situazione clinica l’odontoiatra valuterà l’inserimento di impianti corti, lunghi o ancora inclinati.

Affidarsi a un centro d’eccellenza è una garanzia ulteriore per il paziente che intende affrontare un intervento di implantologia post estrazione.