Pericoronite: di cosa si tratta e come si cura

La pericoronite può essere genericamente definita come l’infiammazione acuta della gengiva che circonda un dente. In particolare la pericoronite colpisce principalmente la terza serie di molari, ossia i così detti denti del giudizio, nella fase della loro eruzione.

La pericoronite è l’infiammazione delle gengiva causata dalla pressione del dente in fase di eruzione.per

Questa condizione può verificarsi anche quando è troppo ampia la distanza tra il germe dentario e l’area di eruzione.

La pericoronite può avere diversi stadi, in casi di pericoronite acuta possiamo inoltre distinguere due differenti forme della patologia: una congestiva, che precede e termina con l’eruzione del dente, e una fase suppurativa che è uno stadio ancora più grave in cui è probabile che vengano coinvolti dall’infiammazione anche orecchio, lingua mandibola e gola.

Una pericoronite in fase suppurativa può comportare il ricovero ospedaliero e l’intervento chirurgico.

Sintomi della pericoronite

I principali sintomi di una pericoronite in atto sono: indolenzimento, arrossamento, dolore e gonfiore alla gengiva. Il dolore spesso si estende a tutta l’area angolare della mandibola e diventa particolarmente intenso durante la masticazione.

In presenza di pericoronite acuta il dolore può interessare anche orecchio e collo con un ingrossamento dei linfonodi. In sintesi, i campanelli d’allarme che possono indurvi a pensare alla presenza di una pericoronite sono i seguenti:

  • arrossamento e gonfiore inusuale della gengiva
  • presenza di pus
  • gonfiore del collo
  • febbre
  • difficoltà di masticazione
  • dolore diffuso anche in prossimità dell’orecchio
  • mal di testa costante

Se constatate uno o più sintomi di questi sopraelencati è il caso di contattarci.

Particolari controindicazioni della pericoronite in gravidanza

Maggiore attenzione viene richiesta alle donne in gravidanza. Se trascurata, la pericoronite può avere delle gravi conseguenze per il feto. Una gestante a cui sia stata diagnosticata la pericoronite dovrà avvalersi, per la sua cura, di competenze multidisciplinari: medico di base, ginecologo, odontoiatra.

Cura della pericoronite

Se la pericoronite è lieve e il dolore è circoscritto e non diffuso, è possibile arginare il fastidio con dei risciacqui di acqua salata tiepida. Si consiglia inoltre di curare con particolare accortezza l’igiene orale quotidiana, utilizzando uno spazzolino a setole morbide.

In casi di pericoronite acuta l’odontoiatra valuterà accuratamente il caso clinico optando per due differenti soluzioni in base allo stadio in cui versa la patologia:

  1. La prescrizione di antibiotici e antidolorifici nel caso in cui la pericoronite sia transitoria e legata alla prossima eruzione del dente;
  2. la chirurgia orale nel caso in cui lo stadio della pericoronite sia particolarmente avanzato, con l’obiettivo di eliminare il lembo gengivale o per estrarre definitivamente il dente del giudizio.

Per accertarsi della diagnosi, anche in casi di fastidi lievi o arrossamento e gonfiore superficiale della gengiva, è sempre bene rivolgersi al proprio dentista. È l’unico modo per avere delle indicazioni specifiche sulla migliore terapia possibile per una pronta guarigione.