Quando si parla di parodontite, il paziente viene sempre messo in guardia sulle conseguenze più gravi della patologia, tra cui la perdita dei denti, ma la parodontite può essere anche la causa di un disallineamento dei denti.

Quando il legamento parodontale viene compromesso a causa della parodontite, i denti possono muoversi dalla loro posizione naturale e dare origine a una malocclusione dovuta a un disallineamento o un sovraffollamento.

Come agire sul disallineamento dei denti causato dalla parodontite

cure ortodontiche dentista milanoL’applicazione di un apparecchio ortodontico può essere una soluzione efficace per migliorare la stabilità dei denti di un paziente affetto da parodontite e allo stesso tempo curare il disallineamento dei denti.

Grazie all’ortodonzia il paziente affetto da parodontite potrebbe dunque risolvere il problema della malocclusione sia da un punto di vista estetico che funzionale.

La valutazione dei singoli casi clinici

Da un recente studio pubblicato sul Journal of Periodontology di settembre 2019 è emersa la volontà da parte dei pazienti affetti da parodontite cronica, moderata o grave, di sottoporsi a un trattamento ortodontico.

Il questionario redatto per l’indagine è stato somministrato a 115 pazienti con parodontite, due terzi si sono dimostrati favorevoli all’ortodonzia e il principale motivo è quello di migliorare l’aspetto estetico.recessione gengivale cause

Più la parodontite risultava aver compromesso l’aspetto estetico, più i pazienti si sono dimostrati interessati ai trattamenti ortodontici.

Si tratta di un dato significativo, ma l’odontoiatra non sempre può procedere con l’applicazione di un apparecchio ortodontico su pazienti affetti da parodontite, specialmente in quelli con una patologia allo stato avanzato.

Ogni caso clinico dunque dovrà essere valutato in modo specifico, con un approccio interdisciplinare tra ortodontista e parodontologo.

Trattamento per la cura della parodontite cronica e trattamento ortodontico potrebbero essere eseguiti seguendo una specifica pianificazione, portando così a una soluzione complessiva del problema.

Benefici dell’ortodonzia

Prima di procedere al trattamento ortodontico sarà valutato lo stadio della parodontite, il paziente sarà sottoposto a cure preventive per ridurre al minimo l’infezione.

La fase successiva sarà quella della terapia ortodontica, l’odontoiatra valuterà le forze di trazione opportune per evitare un’eccessiva pressione sul legamento parodontale.

L’inserimento di un apparecchio ortodontico fisso o rimovibile su un paziente con parodontite dovrà sempre esercitare forze leggere, per cui è bene affidarsi a professionisti con un’elevata competenza che sappiano personalizzare la terapia odontoiatrica in base alle necessità del paziente.

Intervenire sul disallineamento dei denti e riportarli alla loro naturale posizione, significa facilitare anche l’igiene orale. Con i denti dritti è più facile rimuovere placca e tartaro e ridurre così la possibile recidiva o riacutizzazione della parodontite.