ansia da dentista milano

Ansia da dentista: la musica aiuta a combatterla

L’ansia da dentista non risparmia nessuno, secondo gli ultimi dati della letteratura scientifica colpisce circa il 20% dei pazienti odontoiatrici e circa il 40% dei pazienti di odontoiatria pediatrica.

Come influisce l’ansia da dentista sulla salute dei denti?

Chi ha paura del dentista manifesta dei comportamenti ansiosi che portano a una maggiore trascuratezza del cavo orale. Di solito chi ha l’ansia del dentista si limita alla propria igiene orale quotidiana e manca di coraggio anche solo a prenotare una visita odontoiatrica.

Quando il trattamento odontoiatrico è inevitabile si deve ricorrere a metodi di sedazione cosciente o addirittura alla somministrazione di farmaci ansiolitici, soluzioni che implicano delle conseguenze per il paziente: la sedazione cosciente rappresenta un aumento di costi della terapia ondotoiatrica; l’utilizzo di farmaci, dei rischi clinici associati.

Gestire l’ansia da dentista con la musica

La gestione del paziente e l’importanza della componente umana è diventata una questione preminente nel campo dell’odontoiatria. Oltre alla notevole riduzione del dolore, grazie a nuove competenze e strumentazioni tecnologiche, c’è una sempre maggiore attenzione al comfort del paziente. Sale d’attesa accoglienti, spazi per il post operatorio, aromaterapia e musica rilassante diffusa in tutti gli ambienti sono alcune piccole accortezze che avvicinano l’odontoiatria al paziente.

Proprio sul beneficio della musica e sulla sua capacità di ridurre l’ansia da dentista si è concentrata una ricerca pubblicata su Oral Disease.

L’assunto dello studio è che ascoltare musica durante i trattamenti odontoiatrici riduce l’ansia da dentista.

Le considerazioni emerse dalla ricerca su musica e gestione dell’ansia

staff affidabile e competenteQuello che è emerso dalla ricerca e su cui al momento si sta concentrando la letteratura scientifica in quest’ambito, è che la musica abbia una funzione di distrazione passiva nei pazienti ansiosi.

Secondo i dati emersi, per una maggiore efficacia sull’ansia da dentista è importante che la musica venga diffusa già nella sala d’attesa.

Per quanto riguarda la possibilità per il paziente di ascoltare la musica in cuffia c’è invece una controindicazione. La musica potrebbe coprire i “suoni odontoiatrici” e anche la voce del dentista, questo potrebbe generare nel paziente la sensazione di non controllare gli eventi, aumentando l’ansia.

La comunicazione tra odontoiatra e paziente rimane infatti un passaggio fondamentale per gestire l’ansia da dentista. L’odontoiatra, spiegando passo dopo passo tutte le fasi del trattamento, rassicura il paziente e gli permette di mantenere il controllo della situazione.

La ricerca ha inoltre evidenziato delle correlazioni tra fattori individuali ed efficacia della musicoterapia in odontoiatria, l’incidenza della musica sull’ansia dipenderebbe infatti anche da:

  • età del paziente;
  • funzione cognitiva;
  • familiarità con il linguaggio musicale;
  • vissuto personale in relazione alla musica.

La musica combatte l’ansia da dentista

Far ascoltare la musica durante i trattamenti odontoiatrici dunque incide positivamente sull’umore e la serenità del paziente. Un passo in avanti per un’odontoiatria sempre più vicina alle esigenze di tutti.