spazzolino elettrico

Spazzolino elettrico: è più efficace del normale spazzolino?

Da quando lo spazzolino elettrico è comparso sul mercato italiano, oramai mezzo secolo addietro, molti si sono interrogati sulla sua efficacia, soprattutto in relazione allo spazzolino manuale.

Come funziona lo spazzolino elettrico?

Lo spazzolino elettrico è uno strumento finalizzato alla cura dell’igiene orale quotidiana. Il suo funzionamento si basa sulla movimentazione elettrica di una testina, composta da setole rotanti, che aiutano a pulire a fondo i denti e gli spazi tra loro.

Sul mercato esistono diversi modelli che possono variare per prezzo, design e funzionalità. Il corpo dello spazzolino elettrico è dotato di una batteria ricaricabile e un piccolo motore che può variare per potenza e tempi di autonomia, mentre le testine dello spazzolino elettrico possono variare per dimensione, movimento oscillatorio o rotante, durezza delle setole.

Le tesine sono generalmente rotonde e il movimento rotatorio e oscillatorio permette di rimuovere efficacemente la placca tra dente e dente e attorno alle gengive.

Spazzolino elettrico idropulsore

Tra i diversi modelli di spazzolino elettrico esiste anche un modello con idropulsore integrato. Si tratta di un dispositivo elettrico che oltre alla testina rotante emette un getto d’acqua utile a rimuovere la placca e i residui di cibo.

Che differenza c’è tra tutti i modelli presenti sul mercato?

Come è facile notare, guardando tra tutti i modelli di spazzolini elettrici presenti sugli scaffali, ci sono notevoli differenze di prezzo tra uno spazzolino e l’altro. Il prezzo è strettamente legato alle prestazioni del dispositivo.

Una componente essenziale è il motore, dunque il corpo dello spazzolino.

Uno spazzolino elettrico poco costoso avrà probabilmente una batteria non ricaricabile e un motore di bassa potenza che garantisce alla testina circa poche oscillazioni al minuto. Il costo aumenta nel caso di batteria ricaricabile con un motore che garantisce 9.000 oscillazioni al minuto.

A questo si aggiungono eventuali sensori digitali per garantire il corretto uso dello spazzolino elettrico, come:

  • l’indicatore di pressione;
  • il timer di utilizzo.

Si tratta di due accessori molto utili per evitare un uso errato del dispositivo: l’indicatore di pressione evita di stressare troppo lo smalto dei denti con uno spazzolamento troppo intenso e il timer permette di spazzolare i denti per un tempo utile e una pulizia efficace.

Lo spazzolino elettrico è più efficace?

Non ci sarebbe differenza tra spazzolino elettrico e spazzolino normale se lo spazzolamento manuale fosse eseguito con costanza, per il tempo necessario, con la giusta angolazione…spazzolino elettrico scelta

Se invece ci si spazzola i denti con pigrizia senza dedicare il giusto tempo, allora uno spazzolino a batteria è certamente più efficace. Il corretto utilizzo del dispositivo elettrico rimane però una condizione necessaria per evitare danni a denti e gengive.

Un uso errato dello spazzolino elettrico può comportare:

C’è da aggiungere che è sempre opportuno chiedere consiglio al proprio dentista sulla scelta dello spazzolino, perché non tutti i pazienti hanno una condizione clinica adatta all’utilizzo di uno dispositivo elettrico.

Non è possibile neanche pensare che le setole rotanti possano dare gli stessi risultati di una pulizia professionale eseguita dall’odontoiatra.

Spesso infatti c’è la falsa convinzione o una errata comunicazione da parte dei produttori che induce a pensare che setole meccaniche possano rimuovere le macchie dei denti o avere effetti miracolosi sul colore dello smalto.

Purtroppo non è così, di certo la rotazione e l’oscillazione delle setole hanno il vantaggio di rimuovere placca e residui anche da zone difficilmente raggiungibili con un normale spazzolino, ma non è certo sufficiente per la rimozione profonda del tartaro che si ottiene solo con una detartrasi professionale.