denti in sovrannumero

Denti in sovrannumero e complicazioni nella loro estrazione

I denti in sovrannumero sono considerati un problema odontoiatrico che può, a sua volta, dare origine a diverse patologie tra cui la malocclusione.

L’incidenza sulla popolazione mondiale dei denti in sovrannumero è compresa negli adulti e quindi nella dentizione permanente tra lo 0,15% e il 3,9% nei caucasici e superiore al 3% negli individui di razza mongolica.

Qual è l’origine dei denti sovrannumerari?

L’origine dello sviluppo di denti in sovrannumero non è ancora molto chiara nonostante siano state formulate alcune ipotesi che spiegherebbero l’eziologia del fenomeno. Tra le ipotesi scientifiche ci sono:

  • dicotomia della gemma dentale;
  • iperattività della lamina dentale;
  • combinazione di fattori genetici e ambientali.

In alcuni casi lo sviluppo di denti in sovrannumero è la conseguenza di altre patologie come:

  • labioschisi e labio-palatoschisi;
  • disostosi cleidocranica;
  • sindrome di Gardner.

Cosa determina la presenza di denti in sovrannumero

La presenza in arcata di denti in sovrannumero può causare nel paziente alcune complicazioni:

  • malocclusione;
  • formazione di cisti;
  • parodontite;
  • danni ai denti adiacenti.

Nei casi clinici più complessi, in cui i denti sovrannumerari causano eccessive complicanze, è prevista l’estrazione degli stessi.

Denti in sovrannumero: complicazioni ed estrazione

In uno studio pubblicato ad agosto 2020 sulla rivista scientifica Oral Surgery, Oral Medicine, Oral Pathology and Oral Radiology, alcuni ricercatori hanno messo in evidenza le complicazioni associate alla presenza di denti sovrannumerari e il loro trattamento chirurgico.

La ricerca ha interessato le cartelle cliniche e le radiografie di pazienti sottoposti a estrazione chirurgica di denti sovrannumerari, in particolare 705 pazienti che sono stati sottoposti a estrazione per 1036 denti in sovrannumero.

Sono state studiate le relazioni tra età del paziente, sesso, caratteristiche anatomiche dei denti sovrannumerari e presenza e tipo di complicanze: rotazione, eruzione ritardata del dente adiacente, formazione di cisti.

Nel 55,6% dei pazienti si sono verificate delle complicazioni associate a: età del paziente, tipo di dentizione, forma tubercolare e sviluppo orizzontale dell’eruzione dei denti sovrannumerari.

Condizioni che devono essere sempre valutate prima di procedere con l’estrazione o qualsiasi altro piano di trattamento odontoiatrico.

La prima visita odontoiatrica e la fase di valutazione del singolo caso clinico sono elementi imprescindibili nella terapia. Per i problemi legati ai denti non esistono soluzioni standard che possano andare bene per ogni tipo di paziente. Ogni caso clinico deve essere trattato con terapie specifiche proprio per evitare complicazioni e avere soluzioni efficaci e durature nel tempo.