Per un uomo prendersi cura della propria salute intima è molto importante e la prevenzione attraverso una visita specialistica Sanident a Milano evita il rischio di problemi e malattie ai reni, alla prostata e all’apparato genitale e urinario. La visita specialistica urologica o andrologica costa euro 98 e i successivi controlli euro 59.

Prenota un check-up uomo con incluso il rilascio del referto e le immagini ecografiche tra quelli studiati per te da Sanident a Milano

Preparazione agli esami ecografici

L’ecografia non richiede preparazione specifica del paziente, tuttavia sono utili alcuni accorgimenti quali digiunare o bere dell’acqua prima dell’esame o effettuare un clistere di pulizia in caso di ecografia transrettale.

  • IL GIORNO PRIMA DELL’ESAME

    Osservare una dieta povera di carboidrati (pasta, pane, dolci) evitare le verdure cotte

  • IL GIORNO DELL’ESAME

    Digiunare da almeno 6 ore.
    Portare con sé gli esami radiologici precedenti e la richiesta medica in cui sono specificate le indicazioni dell’esame

  • UN‘ORA e 1/2 PRIMA DELL’ESAME

    Bere da mezzo litro a 1 litro d’acqua non gasata e non urinare sino al momento dell’indagine ecografica.

CHECK-UP UOMO

  • Silver
    148€
    1 appuntamento e comprende

    • visita urologica o andrologica
    • ecografia renale
    • ecografia vescicale
    • ecografia prostatica sovrapubica
  • Gold urologico
    178€
    • visita urologica con esame approfondito della prostata
    • ecografia renale
    • ecografia vescicale
    • ecografia prostatica sovrapubica
    • ecografia prostatica transrettale
    • ecometria prostatica

MALATTIA DI LA PEYRONIE: NON SOLO BISTURI

Con una terapia farmacologica tempestiva è possibile evitare l’intervento chirurgico

Dottor Davide BarlettaLa malattia di Peyronie o Induratio Penis Plastica (Ipp) è un’alterazione che colpisce i corpi cavernosi del pene e determina un progressivo mutamento del loro naturale rivestimento.
L’Ipp, purtroppo, non è più rara in andrologia“, afferma il dottor Davide Barletta, che ha frequentato il corso in Andrologia Clinica patrocinato dalla Società Italiana di Andrologia e ha conseguito il Master di II livello in Chirurgia Genitale Maschile promosso dalla Società Italiana di Chirurgia Genitale Maschile.
“La malattia – prosegue – è causata da un processo infiammatorio della tunica albuginea del pene che porta, con il passare del tempo, alla formazione di una placca peniena, che a sua volta determina la recurvatum penieno e il deficit erettile.
Se non si interviene, esiste un’alta possibilità che i sintomi legati all’Ipp peggiorino, fino a condurre il paziente all’impossibilità di avere rapporti sessuali, sia per l’eccessiva curvatura del pene che per il dolore acuto”.
La malattia di Peyronie è una patologia andrologica curata prevalentemente con la chirurgica, “ma se diagnosticata in fase non avanzata, la sola terapia medica, attraverso farmaci specifici, può migliorare in modo determinante la sintomatologia”, specifica il dottore.
“Pur non conducendo alla guarigione totale, la terapia farmacologica può evitare a molti pazienti l’intervento chirurgico che, in quanto tale, può comunque avere un certo numero di complicanze”, conclude il dottor Barletta.